Mais e Quinoa

Biologici, senza OGM e anche senza glutine. Cereali in chicci per la preparazione di primi piatti e contorni

Filtra i Risultati

Da 1 a 23 di 23 risultati - Pagina 1 di 1
Ordina per:  
-12% Quinoa Biologica in Lattina
€ 1,91 € 1,68 € 4,20/kg
-8% Quinoa Bianca Bio - Senza Glutine
€ 7,19 € 6,65 € 16,63/kg
-4% Quinoa Biologica in Chicchi
€ 9,22 € 8,88 € 17,76/kg
-9% Quinoa Biologica
€ 8,73 € 7,92 € 15,84/kg
-9% Quinoa Bianca Bio
€ 4,45 € 4,06 € 16,24/kg
-6% Miglio Decorticato Bio
€ 3,04 € 2,87 € 7,18/kg
€ 13,70 € 27,40/kg
€ 5,05 € 20,20/kg
-11% Mais Blu per Pop Corn
€ 3,10 € 2,76 € 6,90/kg
-15% Mais Giallo per Pop Corn
€ 3,41 € 2,89 € 7,23/kg
-13% Mais Rosso per Pop Corn
€ 3,10 € 2,71 € 6,78/kg
€ 64,49 € 12,90/kg
€ 5,65 € 16,14/kg
€ 5,76 € 16,46/kg
Sostituito Quinoa Biologica Senza Glutine
€ 6,08 € 4,83 € 12,08/kg
-4% Quinoa Italiana Senza Glutine
€ 5,56 € 5,31 € 17,70/kg

Cerchi cereali alternativi 100% gluten free? Allora prova il mais e la quinoa!

In questa sezione di Greenweez.it puoi acquistare mais e quinoa provenienti da colture biologiche e sostenibili ed entrambi sono due alimenti naturali molto versatili, che possono essere utilizzati in molte ricette.

Che cos’è il mais?

Il mais (Zea mays L.) è una pianta erbacea annuale, appartenente alla famiglia delle graminacee. Contrariamente da quanto suggerisce il linguaggio comune, le sue cariossidi sono contenute nelle spighe, erroneamente definite come pannocchie. Le indicazioni della botanica non lasciano alcun dubbio in merito e risolvono quello che è un equivoco molto diffuso.

Le spighe, che rappresentano le infiorescenze femminili della pianta, contengono i semi. Le pannocchie, invece, che rappresentano le infiorescenze maschili, ne sono del tutto prive. La sua pianta è costituita da uno stelo, molto simile ad una canna di bambù. Raggiunge mediamente l’altezza di 2,5 m, ma vi sono anche varietà selvatiche capaci di raggiungere le vertiginose altezze di 12 metri. La pianta di mais è resistente e predilige climi miti e temperati; non si sviluppa a temperature inferiori ai 10 °C.

I diversi utilizzi del mais

Il mais è un cereale versatile la cui coltivazione e produzione è rivolta a finalità differenti. Il principale utilizzo del mais è quello destinato all’alimentazione umana. Da questo punto di vista, può essere consumato direttamente come alimento: i suoi chicchi, infatti, possono essere cucinati in diversi modi, alcuni dei quali piuttosto noti. Eccone alcuni.

  • Lessati e sgranati, i chicchi di mais possono essere un ottimo condimento per arricchire e dare vivacità all’insalata.
  • Cotti al vapore, invece, si "trasformano" nei famosi corn flakes, solitamente consumati durante la prima colazione.
  • Dalla loro tostatura si ricava il pop-corn, la classica e intramontabile pallina bianca da sgranocchiare comodamente seduti sulla poltrona di un cinema.

Il mais può essere trasformato anche in farina (o amido di mais) e rappresentare, in questa forma, un ingrediente per la realizzazione di molti piatti. In Italia il suo uso è celebre per la preparazione della polenta.

Inoltre, non bisogna dimenticare altri due importanti derivati di questo cereale: l’olio di mais e il malto di mais. Il primo si ottiene tramite l’estrazione del germe della cariosside; il secondo, invece, tramite l'essiccazione dei chicchi.

Le proprietà ed i benefici del mais

I benefici derivanti dal consumo di mais sono differenti. Grazie alla concentrazione di minerali, vitamine e aminoacidi, questo cereale si presta ad essere un alimento energetico e salutare. Allora, vediamo nello specifico, quali sono le virtù curative del mais, la graminacea più coltivata al mondo:

  • Ha un grande valore energetico: si tratta di un cereale molto calorico, utile ed efficace per chi necessità di aumentare di peso velocemente e per chi ha bisogno di recuperare vigore .
  • È ricco di fosforo e di ferro: grazie alla presenza di questi due importanti minerali, il consumo di mais stimola le funzioni cognitive e rafforza la memoria. Inoltre, in caso di anemia, la presenza di ferro contribuisce a compensare le carenze dovute a questa patologia.
  • È privo di glutine: è un alimento ideale per tutti coloro che soffrono della relativa intolleranza. In particolar modo, la farina di mais rappresenta, per tutti i celiaci, una valida alternativa alla farina di grano e a tutti suoi derivati.
  • Ha proprietà antiossidanti: diversi studi hanno dimostrato la capacità del mais di combattere e di contrastare l’azione dei radicali liberi. Questa virtù è strettamente connessa alla presenza dei flavonoidi, composti chimici naturali, in grado di apportare numerosi benefici al nostro organismo. I flavonoidi rafforzano il sistema immunitario, regolano il funzionamento del fegato e contribuiscono a prevenire numerose patologie.
  • Stimola la diuresi: il consumo di mais è suggerito a tutti coloro che soffrono di ritenzione idrica.
  • È ricco di fibre: queste ultime stimolano la motilità intestinale e contrastano i disturbi di natura digestiva. Allo stesso tempo contribuiscono a rallentare l’assorbimento degli zuccheri e a ridurre i livelli di glicemia nel sangue.

Le diverse colorazioni del mais

Il mais è di colore giallo: sembrerebbe un’affermazione pacifica, ma non lo è del tutto. Sapete perché? La risposta è tanto semplice quanto sorprendente: il giallo non è l’unico colore del mais, ma soltanto uno dei tanti. In natura esistono numerose varietà di mais che spiccano per colorazioni differenti, alcune delle quali davvero singolari.

Scopriamo quali sono le più interessanti:

  • Mais multicolore: una varietà anticamente diffusa, oggi molto rara. La spiga in cui sono raccolte le cariossidi è una vivace esplosione di colori. Oggi a coltivarla sono solo i nativi americani che tentano di scongiurarne l’estinzione. Le diversità cromatiche dei chicchi sono il risultato dell’eredità genetica di generazioni di piante.
  • Mais nero: è conosciuto come mais degli Inca. Il colore non è propriamente nero, ma di una tonalità di indaco molto scura. Ha un sapore molto dolce e viene coltivato in America Centrale e in Cina.
  • Mais rosso di Storo: è coltivato in Trentino ed è inconfondibile grazie ai suoi chicchi color rosso.
  • Mais blu: raggiunta la fase di maturazione, i chicchi di questa varietà passano dalla colorazione bianca a quella blu. È anche conosciuto come Blue Jade Corn.
  • Mais biancoperla: la sua coltivazione si è diffusa a metà dell’Ottocento nelle provincie di Padova e di Treviso. I suoi chicchi, caratterizzati da un colore vitreo e perlaceo, sono destinati alla produzione di farina bianca. A sua volta, questa farina è utilizzata per la produzione della polenta bianca, conosciuta anche come polenta “di Treviso”.

La quinoa: che cos’è?

Un’altra valida alternativa senza glutine al mais è la quinoa.

La quinoa (Chenopodium quinoa) è una pianta erbacea, originaria del Sud America e appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae, di cui fanno parte anche gli spinaci e le barbabietole. Pur non essendo una graminacea, il suo utilizzo e consumo non differisce da quello dei veri cereali e, per questa ragione, viene indicata come “pseudo-cereale”.

In natura esistono più di 250 varietà di questa pianta che si caratterizza per un ciclo di vita annuale ed un’altezza massima di tre metri. Il suo aspetto rispecchia alla perfezione la vivacità che contraddistingue la cultura del continente latino: con le sue foglie che variano dal verde al rosso è un tripudio di colori vividi ed accessi. Difficile non notarla o rimanerne indifferenti.

Tanto attraente e variopinta quanto resistente e avvezza alle condizioni più estreme: da più di 5000 anni, la quinoa prospera con successo lungo le altitudini della Cordigliera delle Ande e nei territori che circondano il vasto lago Titaca al confine tra Bolivia e Perù. Né siccità, né gelo, né terreni impervi e caratterizzati da alta salinità hanno potuto ostacolare la crescita e lo sviluppo di questa splendida pianta che, ancora oggi, continua a riempirci di meraviglia per l’aspetto e gli straordinari valori nutrizionali.

Le proprietà ed i benefici della quinoa

Grazie all’elevato contenuto di vitamine, micronutrienti e amminoacidi essenziali, il consumo della quinoa, nelle forme più diverse (zuppe, insalate o derivati della sua farina), può apportare al nostro organismo molti benefici.

Vediamo nel dettaglio quali sono i fattori che suggeriscono l’assunzione di questo alimento:

  • Alto valore nutrizionale: La quinoa è una fonte eccellente di proteine complete, che significa che contiene tutti gli amminoacidi essenziali necessari per il nostro corpo. È anche ricca di fibre, vitamine (come vitamina B, vitamina E) e minerali (come ferro, magnesio, zinco e potassio).
  • Gluten-free: La quinoa è naturalmente priva di glutine, rendendola un'opzione ideale per le persone con intolleranza al glutine o per coloro che seguono una dieta senza glutine.
  • Indice glicemico basso: La quinoa ha un basso indice glicemico, il che significa che viene digerita lentamente e non provoca picchi di zucchero nel sangue.
  • Ricca di antiossidanti: La quinoa contiene una varietà di antiossidanti, tra cui quercetina e kaempferolo, che aiutano a combattere lo stress ossidativo e proteggono il corpo dai danni dei radicali liberi.
  • Benefici per la salute del cuore: Grazie al suo contenuto di fibre, antiossidanti e acidi grassi sani, la quinoa può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Può aiutare a controllare la pressione sanguigna, ridurre il colesterolo cattivo (LDL) e migliorare la salute generale del cuore.
  • Sostiene la perdita di peso: La quinoa è un alimento ad alta densità nutritiva, il che significa che offre molti nutrienti per poche calorie. Le sue fibre e proteine possono contribuire a favorire la sazietà e a controllare l'appetito, rendendo più facile il raggiungimento e il mantenimento di un peso sano.
  • Proprietà antinfiammatorie: Alcuni studi hanno suggerito che la quinoa può avere proprietà antinfiammatorie grazie al suo contenuto di antiossidanti e acidi grassi omega-3. Ciò può contribuire a ridurre l'infiammazione cronica nel corpo e migliorare la salute generale.

La quinoa in cucina: libera la fantasia!

In cucina, la quinoa può essere utilizzata in una varietà di modi. La sua consistenza leggermente croccante e il sapore delicato la rendono perfetta per essere utilizzata come base per insalate, zuppe e piatti principali.

Una delle ragioni per cui la quinoa è così amata è la sua versatilità. La quinoa è un'ottima alternativa ai cereali tradizionali come il riso o il grano nella preparazione di piatti come pilaf, risotti o come contorno per carne, pesce o verdure.

Le insalate di quinoa sono estremamente popolari grazie alla loro freschezza e al loro apporto nutritivo e può essere abbinata con diverse verdure come pomodori, cetrioli, peperoni e cipolle, ma anche erbe aromatiche come prezzemolo, menta o basilico.

Inoltre, è un ingrediente eccellente per la preparazione di burger vegetariani o polpette. È possibile mescolarla con verdure tritate, uova, farina di pane grattugiato e condimenti come salsa di soia o salsa di pomodoro, formare delle polpette e cuocerle in forno o in padella fino a quando diventano dorate e croccanti.

Mais e quinoa per una dieta gluten free

Entrambi il mais e la quinoa offrono opzioni deliziose per coloro che seguono una dieta senza glutine. Sono alimenti versatili che possono essere utilizzati in molte ricette diverse.

Ricette senza glutine con il mais e la quinoa

Insalata di quinoa

La quinoa può essere la base perfetta per un'insalata fresca e colorata. Cuoci la quinoa seguendo le istruzioni sulla confezione e lasciala raffreddare. Poi aggiungi una selezione di verdure croccanti come pomodori, cetrioli, peperoni e olive. Condisci con un mix di olio d'oliva, succo di limone, erbe aromatiche e sale.

Polenta

La polenta è un piatto tradizionale a base di mais che può essere servito come accompagnamento o come piatto principale. Cuoci la farina di mais in acqua bollente e mescola continuamente fino a ottenere una consistenza cremosa. Aggiungi burro e formaggio senza glutine per renderla ancora più gustosa. Puoi servire la polenta con salse, verdure saltate in padella

Crocchette di mais e quinoa

Mescolare la farina di mais con i grani della quinoa, uova, cipolla tritata, prezzemolo e formaggio grattugiato senza glutine per formare un impasto. Forma delle crocchette e friggile in olio fino a quando non diventano croccanti e dorati. Queste crocchette di mais possono essere servite come antipasto o come contorno saporito.

Note: È importante assicurarsi di acquistare mais e quinoa senza contaminazioni da glutine, specialmente se si seguono una dieta senza glutine per motivi di salute come la celiachia. Si consiglia sempre di consultare un professionista della nutrizione o un medico prima di apportare modifiche significative alla propria dieta, specialmente se si seguono restrizioni specifiche come una dieta senza glutine.