Integratori per la Fertilità

Integratori naturali per la fertilità maschile e femminile.

Da 1 a 10 di 10 risultati - Pagina 1 di 1
Ordina per:  
-34% Zinco Complex - Integratore Alimentare
€ 17,50 € 11,55
-15% Selenio 20 in Capsule
€ 10,00 € 8,50
-22% Maca Rossa Biologica in Polvere
-15% Corteccia di Catuaba in Polvere Bio
-27% Fitorodiola - Integratore contro lo Stress
€ 39,80 € 29,19
-15% Ginseng Complex

Farmaderbe Ginseng Complex - 45 capsule vegerali

€ 24,00 € 20,40
-17% Sincrovir

Salugea Sincrovir - 40 cpr da 1,5 g (60 g e)

€ 52,60 € 43,86
€ 14,10 € 94,00/kg
-26% Advanced Omega D3

Solgar Advanced Omega D3 - 120 perle softgels (183 gr.)

€ 49,80 € 36,80
-15% Astaxantina

Solgar Astaxantina - 30 perle softgel (6 gr.)

€ 39,20 € 33,32

Sei alla ricerca di un bimbo/a? Allora sei nel posto giusto! Gli integratori per la fertilità sono un valido aiuto naturale, sia maschile che femminile, per aumentare le probabilità di concepimento e migliorare l'attività sessuale.

In questa sezione di Greenweez.it puoi trovare prodotti con estratti vegetali, anche 100% vegan, senza glutine e senza lattosio: il migliori integratori per la fertilità realizzati da brand specializzati come Salugea, Longlife, Solgar e Terranova.

Fertilità maschile

La pubertà maschile inizia verso i 10-15 anni di età, quando l’ipofisi (ghiandola che regola la produzione di ormoni) comincia a produrre in maniera più intensa l’ormone LH, che controlla la funzione riproduttiva maschile (testicoli, spermatozoi, ecc.) e regola il testosterone.

A differenza della fertilità femminile, regolata da ovulazione e ciclo mensile, quella maschile è sempre attiva, almeno fino ai 60 anni di età. In alcuni casi, però, ci possono essere dei fattori e degli stili di vita che contrastano la fertilità maschile, come ad esempio il fumo, alcool, stress, diete scorrette, farmaci, infezioni e patologie, causando infertilità, calo del desiderio e disfunzioni.

Ecco che allora la natura arriva in aiuto! Sia per aumentare la fertilità, sia per aumentare l’attività sessuale, gli integratori naturali possono essere una valido sostegno per migliorare la “sfera maschile”.

Quali sono i migliori integratori per la fertilità maschile?

  • Maca (Peruviana): rimedio naturale dalle proprietà toniche-adattogene. Secondo alcuni studi effettuati sulla maca, questa radice del Sud America stimola il desiderio e il vigore sessuale nell'uomo, migliorando le capacità riproduttive.
  • Ginseng Rosso: stimola la concentrazione e la capacità degli spermatonzoi. Dona energia e sostiene le performance maschili.
  • Tribulus terrestris: pianta dalle proprietà saponine che stimola la produzione degli ormoni, quali testosterone e didrotestosterone, che regolano la libido ed il vigore maschile.

Fertilità femminile

Rispetto alla fertilità maschile, quella femminile ha un tempo più limitato e la capacità di avere figli diminuisce nel tempo. Nella fase della pubertà (12-14 anni in media) compaiono le prime mestruazioni: l’inizio della fertilità femminile.

Ogni donna nasce con un numero di follicoli prestabilito che, nel corso dei cicli mestruali successivi, giungono a maturazione e rilasciano gli ovuli destinati alla fecondazione da parte degli spermatozoi.

Esistono diverse cause legate all’infertilità femminile, come: malattie, patologie ereditarie, farmaci ma anche stress, cattiva alimentazione, problemi di peso, ecc.

L'equilibrio ormonale è un altro aspetto cruciale per la fertilità femminile. Ormoni come gli estrogeni e il progesterone sono responsabili del ciclo mestruale e dell'ovulazione: il loro disequilibrio può causare la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) e influire sulla fertilità femminile.

Oltre agli integratori per la gravidanza e allattamento, esistono degli integratori utili per riequilibrare la “sfera femminile” e la fertilità della donna.

Quali sono i migliori integratori per la fertilità femminile?

  • Agnocasto: un integratore naturale che migliora la fertilità femminile e regola la produzione di ormoni.
  • Camu Camu: frutti ricchi di vitamina C, ferro, fosforo e niacina, dove secondo alcuni studi aiutano a supportare i cicli di fecondazione con ridotta risposta ovulatoria.
  • Vitamina D e del gruppo B: fondamentali non solo per numerose funzioni dell'organismo, ma anche per regolare il ciclo mestruale e la produzione di progesterone.
  • Olio di Enotera: sostiene la fertilità femminile e migliora la qualità del muco cervicale rendendo più facile la fecondazione.
  • Magnesio: minerale utile per il buon funzionamento di muscoli, metabolismo e contro lo stress (fattore importante perché rallenta il procedimento di concepimento).

Un’alimentazione sana per migliorare la fertilità

Sembra banale, ma seguire un’alimentazione sana e corretta è uno dei punti fondamentali per sostenere la fertilità maschile e femminile.

Alimentazione per la fertilità maschile

Alla base della dieta maschile ci deve essere sicuramente un alto consumo di verdure e cereali integrali: tutti alimenti ricchi di acqua, vitamine e sali minerali che compiono un’azione antiossidante sugli spermatozoi. Pesce e frutta secca sono alimenti ricchi di acidi grassi insaturi (soprattutto omega 3) e sono utili per aumentare la qualità dello sperma in soggetti che ne sono carenti.

Gli alimenti da limitare sono invece soia e derivati, ricchi di fitoestrogeni che possono interferire con gli ormoni maschili, ma anche carni lavorate e rosse, ricche di grassi saturi che possono ridurre i livelli di testosterone e l'attività della spermatogenesi.

Alimentazione per la fertilità femminile

Per la donna, seguire un’alimentazione sana e soprattutto ben equilibrata è necessario a per mantenere un buon equilibrio ormonale e avere un ciclo mestruale regolare.

Frutta, verdura, legumi e cereali integrali sono tutti alimenti ricchi di fibre, proteine, sali minerali, vitamine e folati: in particolare questi ultimi due elementi sono i cardini principali per mantenere un buon equilibrio ormonale e anche per la crescita del feto (in caso di gravidanza).

Sconsigliati invece alimenti come latte e formaggi in caso di endometriosi o PCOS (ovaie policistiche) e cibo spazzatura come prodotti ricchi di zuccheri e grassi raffinati (dolciumi, merendine, snack confezionati), carne rossa, caffè, tè e alcolici: tutti alimenti che vanno a ridurre la produzione ormonale ed aumentare le difficoltà di una possibile gravidanza. Inoltre, è importante dedicarsi a sane abitudini, che vanno dalla dieta all’integrazione di integratori alimentari, fino allo sport ed al relax.

Consultare sempre uno specialista o un medico specializzato prima dell’assunzione di integratori.